Parassiti: chi è l'ospite nel corpo?

I parassiti sono organismi che esistono e soddisfano i loro bisogni a spese dell'ospite e che causano malattie e condizioni patologiche in esso.

Le invasioni parassitarie sono note da molto tempo e, nonostante i progressi della medicina, sono ora diffuse nell'uomo e negli animali. Quasi tutte le persone almeno una volta nella vita (soprattutto durante l'infanzia) hanno sofferto di una malattia parassitaria.

Ascaris - nematode parassitario

Gran parte delle malattie croniche di vari organi e sistemi, comprese le reazioni allergiche e i processi autoimmuni che potrebbero essere provocati dai parassiti, sono associate all'ampia diffusione della parassitosi.

C'è una grande varietà tra i parassiti: possono essere sia microscopici e raggiungere una lunghezza di 10-14 m Sono uniti dal loro modo di vivere e dalle seguenti caratteristiche:

  • Elevata capacità riproduttiva.
  • Miglioramento costante dei meccanismi di distribuzione e adattamento alla vita nel corpo dell'ospite, umano o animale.

Cosa sono i parassiti?

  1. I parassiti più semplici sono organismi unicellulari.
  2. Gli elminti sono parassiti multicellulari che includono i vermi:
    • vermi piatti (fegato, gatto e altri trematodi);
    • nematodi (ossiuri, nematodi, tricocefali, ecc. );
    • Tenie (teie bovine, suine e nane, tenie larghe, ecc. ).
  3. Gli artropodi sono parassiti appartenenti agli ectoparassiti caratterizzati da uno scheletro esterno chitinoso, corpo segmentale e arti.

Semplicità terribile e aspetto poco attraente

Molti protozoi causano malattie che colpiscono sia gli esseri umani che gli animali. I parassiti più semplici includono: ameba, leishmania, giardia, plasmodia, toxoplasma. Tra questi, Giardia è l'agente patogeno che causa l'invasione parassitaria più comune. L'opinione dei medici su questo protozoo è ancora divisa. Alcuni considerano Giardia completamente innocua, mentre altri la accusano di molte, se non di tutte, le malattie dell'organismo ospite.

Ci sono anche i protozoi, che, una volta nel corpo, non provocano pigre invasioni parassitarie, ma malattie pericolose per la vita come la malaria, la leishmaniosi.

La definizione di pidocchi, zecche e pulci come ectoparassiti degli animali e dell'uomo è dovuta alla loro posizione sulla superficie della pelle. Se l'agente patogeno non è infetto da alcuna malattia e non lo tollera, può causare disagi al paziente solo per la sua presenza nel corpo. Da soli, non causano danni significativi al corpo.

Verme umano maschio e femmina

Inoltre, parleremo principalmente di elminti, poiché ci sono molte controversie sulla loro tempestiva individuazione nel corpo e sul trattamento di questo particolare gruppo di parassiti. L'interesse per le invasioni di elminti è alimentato da pubblicità che incoraggiano le persone a cercare e cercare per trovare sintomi e condizioni che potrebbero non essere presenti.

Un parassita, un ospite?

Il parassita può avere uno o più ospiti. In quest'ultimo caso, uno di questi è un intermedio: un animale o una persona nel cui corpo è presente una fase intermedia dello sviluppo del parassita associato alla riproduzione asessuata. Per molte specie di parassiti, la presenza di un ospite intermedio è essenziale per la sopravvivenza.

Il macroorganismo in cui si verifica lo stadio finale di sviluppo del parassita - lo stadio della riproduzione sessuale - è chiamato terminale.

I bioelminti, per attraversare l'intero ciclo del loro sviluppo, devono visitare organismi di diverse specie e alcuni elminti non subiscono cambiamenti nel corpo dell'ospite intermedio: questi sono chiamati geoelminti.

Come puoi ammalarti?

L'infezione può verificarsi in diversi modi. Questa può essere l'ingestione del materiale riproduttivo del parassita (cisti, uova, larve) a seguito del consumo di cibo o acqua contaminati, nonché una violazione delle misure igieniche - attraverso le mani sporche, a stretto contatto con animali domestici (i bambini spesso soffrire di questo). Meno comunemente, puoi contrarre una malattia parassitaria inalando le uova o le cisti del parassita con la polvere. Tra gli elminti ci sono quelli le cui larve sono in grado di penetrare direttamente attraverso la pelle nel corpo di un animale o di un essere umano, come gli anchilostomi, gli agenti causali dell'anchilostomiasi, che possono infettarsi camminando a piedi nudi.

Ci sono molti modi in cui i parassiti possono entrare nel corpo umano.

La diffusione di infezioni parassitarie è facilitata da fattori sia climatici che sociali, che includono uno scarso livello di educazione all'igiene e all'igiene della popolazione, violazioni nella lavorazione igienica di determinati prodotti, nonché abitudini alimentari. Ad esempio, dove è diffuso il consumo di carne di animali domestici o selvatici che non hanno superato l'ispezione sanitaria e veterinaria, permangono alti livelli di malattia da trichinosi.

habitat nel corpo ospite

I parassiti colpiscono quasi tutti gli organi e i tessuti. Tutto dipende da quali condizioni sono necessarie per la sopravvivenza in una determinata fase del ciclo di vita. A seconda della loro posizione, le elmintiasi sono suddivise in tessuti (extraintestinali) e luminali (intestinali).

I primi includono trichinosi, toxocariasi, echinococcosi. Allo stesso tempo, nel corpo dell'ospite, i parassiti vengono introdotti negli organi interni e questa forma è chiamata viscerale. E anche per molti agenti patogeni, è caratteristico un danno specifico a un determinato sistema di organi o persino a un organo bersaglio separato.

Ad esempio, i geoelminti Toxocara, l'agente eziologico della toxocariasi, attaccano l'organo della vista, specialmente nei bambini in età scolare. Allo stesso tempo, non ci sono cambiamenti significativi nelle condizioni generali, c'è solo una diminuzione dell'acuità visiva e la perdita di parte del campo visivo, può svilupparsi strabismo. Tali manifestazioni di solito progrediscono nell'arco di diversi mesi. Una caratteristica importante è che è interessato solo un occhio alla volta. Con un esame oftalmologico competente e attento, è possibile una tempestiva individuazione e definizione della malattia.

Un habitat preferito per gli elminti nel corpo umano è l'intestino.

L'elmintiasi luminosa comprende la tricuriasi, l'ascariasi, l'opistorchiasi, la fascioliasi e altre. Questi vermi si trovano nel lume degli organi cavi.

Per molte specie di elminti, l'habitat abituale è l'apparato digerente, ovvero uno dei suoi dipartimenti.

Quindi, il tricocefalo vive nell'intestino crasso, il nematode nella parte superiore del magro e la tenia nana nella parte inferiore.

Cosa determina la natura dello sviluppo della malattia?

  • Come il parassita entra nel corpo ospite.
  • densità di popolazione dei parassiti.
  • Il grado di adattamento al corpo umano o animale.
  • Lo stato dell'organismo ospite (forza dell'immunità, presenza di patologia concomitante).

Manifestazioni di infestazione parassitaria

All'inizio della malattia, le reazioni del macroorganismo sono dovute all'intrusione di antigeni estranei e alla risposta del sistema immunitario ad essi. In molti casi, secondo il paziente, si manifesta una febbre immotivata, che può durare più di una settimana se la condizione migliora periodicamente. A seconda della posizione del parassita nel corpo, compaiono altri sintomi, tra cui perdita di appetito, eruttazione, nausea, dolore addominale, instabilità delle feci, diarrea, ingiallimento della sclera e della pelle, scolorimento delle urine e delle feci. Se si trova un parassita nei polmoni, sono possibili sintomi che ricordano la broncopolmonite o persino l'asma bronchiale. Da parte del sistema nervoso, spasmi, paresi, paralisi non sono rari.

Parassita al microscopio

Nella fase cronica dell'invasione del parassita, spesso compaiono disturbi metabolici perché l'agente patogeno si nutre a spese dell'ospite e ne utilizza i nutrienti. In un animale o persona affetta, l'assorbimento nel sistema digestivo è spesso compromesso. L'organismo interessato è esaurito, possono comparire anemia, manifestazioni di beriberi.

Inoltre, l'agente patogeno avvelena il macroorganismo con i prodotti della sua attività vitale, che provoca sintomi di intossicazione nell'ospite.

La parassitosi può non produrre sintomi acuti ma può avere un decorso lento e prolungato, spesso con compensazione a lungo termine. E solo quando le difese dell'organismo colpito sono esaurite compaiono sintomi allarmanti.

Interazione con l'organismo colpito

Tra le altre cose, gli elminti hanno un effetto schiacciante sul sistema immunitario dell'organismo ospite, in conseguenza del quale diventa più suscettibile a varie infezioni, il suo recupero è successivo e il decorso della malattia è più difficile che in uno sano .

L'effetto dei parassiti sul corpo del bambino è particolarmente dannoso. I bambini diventano nervosi, lunatici, il loro sonno è disturbato, si esauriscono rapidamente. Sia lo sviluppo fisico che mentale sono ritardati. Forse il verificarsi di malattie allergiche, il decorso della patologia concomitante si aggraverà.

Nonostante la gravità della malattia, un'invasione di parassiti porta alla morte solo in casi avanzati, poiché il parassita è completamente dipendente dall'ospite, la sua morte sarà fatale per il parassita con un'alta probabilità, quindi l'organismo dell'animale o dell'uomo colpito sarà indebolito dal parassita, ma non ucciso.

Le invasioni parassitarie possono manifestarsi in nessun modo o in modo molto luminoso. Comprendere tempestivamente e fare la diagnosi corretta è un compito fattibile solo per il tandem di un medico e un paziente, queste malattie possono essere così insidiose.